“Se ti abbraccio non aver paura”, Franco Antonello a Cava de’ Tirreni

loc_def.aiIl verdetto di un medico ha ribaltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. L’autismo l’ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. È la storia di “Se ti abbraccio non aver paura”, lavoro editoriale di Fulvio Ervas (Marcos y Marcos, 2012), che mercoledì 30 gennaio, alle ore 18.30, sarà presentato presso il MARTE Mediateca di Cava de’ Tirreni (Sa).

Reso possibile grazie al fervente impegno dell’Associazione O.N.L.U.S. “Il Grillo e la Coccinella A.GE.C.” e dell’Associazione culturale “Koinè”, con il sostegno dell’agenzia di comunicazione integrata MTN Internet Company, del MARTE Mediateca Arte Eventi, di Grafica Metelliana e del Consorzio Cava Centro Commerciale Naturale, l’incontro prevedrà la partecipazione di Franco Antonello, il papà di Andrea, che dopo la scoperta dell’autismo ha deciso di seguire in tutto e per tutto, affidando l’azienda editoriale ai suoi collaboratori. Diverse le trasmissioni che hanno dato voce alla sua “battaglia”: su tutte si ricordano “Le Iene” e “Le Invasioni Barbariche”, condotta da Daria Bignardi su La7.

“Se ti abbraccio non aver paura” è il racconto di un legame forte, il racconto di una storia viscerale: è il racconto del viaggio che Franco ha compiuto con il figlio Andrea, affetto da autismo, per festeggiare i suoi 18 anni. Per molto tempo i due hanno viaggiato inseguendo terapie tradizionali, sperimentali e spirituali. Adesso, però, partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada tagliano l’America in moto, da Miami (Stati Uniti) ad Arraial d’Ajuda (Brasile), perdendosi nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea ad insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe rimanere in viaggio per sempre.

Franco Antonello è imprenditore ed editore. Attualmente dirige la fondazione “I Bambini delle Fate”, un’organizzazione che si occupa di sostenere le famiglie e le persone affette da autismo come suo figlio Andrea. Ma Franco Antonello è soprattutto padre: sin da subito ha cercato di affrontare la malattia di suo figlio con grinta, con il desiderio di fare, reagire, muoversi piuttosto che cedere alla sofferenza. Il suo lunghissimo viaggio in moto attraverso le Americhe con il figlio Andrea, raccontato dallo scrittore Fulvio Ervas nel romanzo “Se ti abbraccio non aver paura”, è il simbolo di questo slancio positivo.

Appuntamento, quindi, fissato per mercoledì 30 gennaio, alle ore 18.30, presso il MARTE Mediateca Arte Eventi, sito in Corso Umberto I, 137, a Cava de’ Tirreni (Sa). L’ingresso è gratuito.

Per info e contatti:
Associazione Onlus “Il Grillo e la Coccinella A.GE.C.”, via D. Ferraioli 10 – 84013 Cava de’ Tirreni (Sa). Cell. 392.2761718 (Giovanni Vaglia); web: www.ilgrilloelacoccinella.it; e-mail: info@ilgrilloelacoccinella.it;
Associazione Koinè, C.so Mazzini 22 – 84013 Cava de’ Tirreni (Sa); web: www.koine.us; e-mail: segreteria@koine.us